Skip to main content

Alternanza scuola-lavoro: l'esperienza dei professori e degli studenti dell'Arici


Le impressioni dei professori


Il progetto di alternanza scuola-lavoro ha coinvolto cinque studenti della nostra scuola, il Liceo Classico Cesare Arici di Brescia, che ha colto con entusiasmo l’opportunità offerta dalla Soprintendenza. Si tratta di Giovanni Battista Piva, Rebecca Prudenziati, Aurora Galli, Alessandro Suardi e Susanna Simula, tutti alunni della classe IV. I ragazzi hanno avuto un’occasione eccezionale: prendere parte a un laboratorio di ricerca e di sviluppo, dal titolo “Percorsi museali per tutti”, per la predisposizione di una visita guidata presso la chiesa di Santa Maria del Carmine a Brescia, uno dei monumenti più significativi della città, raramente aperto al pubblico. La prima visita guidata, rivolta a tutti ma destinata soprattutto a un pubblico audioleso e agli studenti della scuola Audiofonetica di Brescia, si è svolta il 1 dicembre 2017 in occasione della “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità”. Dopo un’iniziale ricerca bibliografica e sopralluoghi presso la Chiesa di Santa Maria del Carmine, i ragazzi hanno preparato il materiale funzionale alla visite guidate e, il 1 dicembre, hanno indossato i panni delle guide turistiche accompagnando i visitatori nella chiesa. Successivamente si sono occupati dell’elaborazione di un percorso virtuale dedicato alla stessa chiesa sulla piattaforma ministeriale MOVIO. Il Liceo Classico Arici ha aderito con piacere all’iniziativa promossa dalla Soprintendenza, riconoscendone i valori altamente formativi. Gli alunni, infatti, hanno avuto l’opportunità di lavorare sul campo, accrescere le loro competenze e vivere un’esperienza stimolante e coinvolgente.

Prof. Simone Biazzi


Circondati dall'Arte per arrivare al cuore dell'Arte stessa. Così ho vissuto e così mi piace interpretare lo spirito di questa ricca iniziativa del festival “Musica a Palazzo”, svoltasi in un clima di attiva sinergia di intenti e di forze e conclusasi il 28 aprile con una mattinata semplicemente speciale. Cinque nostri alunni della classe quarta del Liceo Arici, in collaborazione con la Soprintendenza e coordinati dal Professor Biazzi, docente di storia dell’arte presso il nostro Istituto, hanno svolto nei mesi scorsi un prezioso ed edificante progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, grazie al quale, proprio lo scorso 28 aprile, ci hanno guidati con impegno ed entusiasmo alla scoperta di questo luogo stupendo che è la Chiesa di Santa Maria del Carmine. Un sentito ringraziamento alla Soprintendenza per aver accompagnato con passione e attenzione i nostri studenti in questo rigoroso iter di conoscenza, analisi e, infine, condivisione di uno dei tesori quasi nascosti del nostro centro storico. (per chi volesse visitare virtualmente la Chiesa nel dettaglio, ecco il link alla ricca piattaforma realizzata dai ragazzi: collegamento a piattaforma multimediale). Grazie all’Associazione LeXGiornate, che nel disegnare il programma di questo festival ha scelto di valorizzare anche l’apporto di giovani studenti liceali. Grazie, inoltre, per aver dato vita anche in questa occasione ad un’iniziativa di grandissimo respiro, pensando, costruendo e realizzando percorsi preziosi e facendo risuonare note sublimi in luoghi dal ricco significato artistico e storico, CIRCONDATI DALL'ARTE, alla scoperta e riscoperta della nostra città. Infine, grazie al Maestro Daniele Alberti per il suo straordinario concerto lettura, che ci ha condotti con ineguagliabile maestria attraverso le armonie degli ottantotto tasti fino... AL CUORE DELL'ARTE STESSA. Ai suoi principi e ai suoi esiti. Alle sue regole e al loro superamento. Al suo scrivere e riscrivere. Alle sue idee in continuo viaggio, dialogo, scambio, evoluzione, trasformazione. A ciò che solo l’Arte può. Alla forza travolgente e disarmante delle emozioni.

Prof.ssa Maria Paola Pezzotti


Le impressioni dei ragazzi


Al progetto hanno partecipato gli studenti: Giovanni Battista Piva, Susanna Simula, Aurora Galli, Alessandro Suardi e Rebecca Prudenziati .

È innegabile che tutti noi cinque abbiamo preso a cuore la chiesa di Santa Maria del Carmine. Quella che è nata come un’esperienza collettiva per il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro è diventata anche qualcosa di più personale, ha riguardato ognuno di noi in un aspetto particolare, ma allo stesso tempo ci ha posti davanti alla sfida culturale di far conoscere alla cittadinanza un patrimonio così importante per la città di Brescia. È per questo che siamo stati davvero contenti e soddisfatti di vedere la chiesa valorizzata e apprezzata in una giornata di cultura, di vivo interesse, di passione e di musica.

Giovanni Battista Piva


L’esperienza dell’Alternanza Scuola-Lavoro, quest’anno, è stata per me occasione per scoprire un mondo a cui non ero solita. Grazie all’aiuto della Soprintendenza ai Beni Archeologici, ho potuto visitare e studiare accuratamente una chiesa molto importante della città di Brescia, anche se ignorata dai passanti. Diverse occasioni hanno quindi offerto alla chiesa del Carmine la possibilità di mostrare i propri tesori ai visitatori; grazie, poi, agli strumenti tecnologici si è riuscita a esporre anche la parte ora non visibile dei sotto tetti. Ognuno dei partecipanti a questa esperienza ha potuto scegliere la parte della chiesa che più desiderava studiare e illustrare. Inoltre questo lavoro ha implicato l’uso di fonti cartacee, il che non è certo comune al giorno d’oggi, dato il sempre crescente sviluppo di Internet. In virtù di quest’ultimo, si è poi riusciti anche a realizzare una piattaforma digitale tramite la quale è possibile accedere alla mostra anche da casa. L’ultimo appuntamento del festival “Musica a Palazzo”, organizzato dalla famosa associazione “Le X Giornate”, ha visto come protagonista proprio la chiesa del Carmine in cui, a seguito di una breve visita guidata da noi ragazzi, ha avuto luogo un meraviglioso concerto. In questo momento culminante della mattinata i visitatori hanno avuto la fortuna di poter ascoltare la musica da un altro punto di vista, a partire dall’apparente allegria dei componimenti di Mozart per poi passare a Skrjabin fino a Debussy. L’obiettivo finale è stato certamente quello di “oltrepassare i confini”, con mezzi resi comprensibili non solo per chi possiede un occhio e un orecchio attento, bensì fruibili da parte di tutti, grazie all’apporto di tutti i componenti del progetto.

Susanna Simula


Con la collaborazione della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Culturali di Brescia, io e alcuni miei compagni, alunni della classe IV del Liceo “Arici”, abbiamo preparato per il nostro progetto di Alternanza Scuola-Lavoro un percorso guidato all’interno della chiesa di Santa Maria del Carmine a Brescia. La chiesa in questione rimane chiusa per la maggior parte dell’anno ed è stato probabilmente per questo che il progetto che abbiamo creato è stato molto apprezzato da parte degli abitanti della città, spesso desiderosi di visitare l’edificio senza averne, però, l’occasione. Il lavoro è culminato nella giornata di sabato 28 aprile: grazie all’associazione “Le X Giornate”, che ha organizzato un concerto all’interno di Santa Maria del Carmine, è stato per noi possibile fare da ciceroni nella chiesa e mostrare il nostro piccolo percorso, con un’affluenza decisamente maggiore rispetto a quella che ci saremmo aspettati. Dopo un’ora di visite è iniziato il concerto, di cui ho particolarmente apprezzato la formula in cui è stato proposto: il Maestro Alberti, infatti, ha introdotto ogni brano attraverso una breve spiegazione, in modo tale che chiunque potesse vivere la musica e comprenderla fino in fondo.

Aurora Galli


Nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola-Lavoro è stata svolta un’attività di progettazione e realizzazione di una mostra online della Basilica di Santa Maria del Carmine. Oltre a ciò, c’è stata un’attiva partecipazione all’allestimento di una mostra pratica, con la chiesa aperta al pubblico il 28 aprile. Per quanto riguarda la mostra virtuale, tramite la piattaforma Movio abbiamo reso disponibile al pubblico una consultazione tecnologica che consente di apprezzare, con contenuti multimediali accurati e selezionati con l’aiuto e la supervisione dei membri della Soprintendenza, le bellezze di questa chiesa; essa, infatti, vede nella propria storia controversie che, con strascichi fino ai giorni nostri, non le consentono di essere aperta al pubblico con costanza. Aver potuto compartecipare all’allestimento di una mostra sempre consultabile online e di una visita guidata sul posto è stato motivo di accrescimento e soddisfazione, personale e collettiva; una collaborazione viva e pratica, fatta di condivisione e riflessione, ha portato a una crescita che, calata nel contesto artistico e culturale, ha penetrato negli intenti di un progetto nazionale fino a superarli e ne ha giustificato gli sforzi per realizzarla.

Alessandro Suardi


La mia ultima esperienza nell’ambito del percorso di Alternanza Scuola-Lavoro presso la Soprintendenza ai Beni Culturali si è dimostrata essere indubbiamente un’occasione di crescita e di sviluppo per le mie conoscenze del patrimonio artistico e culturale della città di Brescia. Oltre alla preziosa occasione che ci è stata offerta, di visitare e studiare un luogo solitamente inaccessibile alla cittadinanza, i miei compagni ed io abbiamo sviluppato anche nell’ambito delle nuove tecnologie un progetto di approfondimento: ci siamo, infatti, dedicati principalmente alla realizzazione di un portale multimediale, con lo scopo di valorizzare e promuovere il sito e soprattutto i tesori che la Chiesa di S. Maria del Carmine possiede. La nostra esperienza si è articolata in molteplici giornate, ognuna delle quali caratterizzata da uno scopo preciso: la giornata della disabilità, durante la quale la chiesa è stata aperta anche a ragazzi portatori di handicap, oppure la giornata conclusiva del festival “Musica a Palazzo” organizzato da "Le X Giornate di Brescia".

Rebecca Prudenziati


Per chi desiderasse conoscere e approfondire nel dettaglio le bellezze della chiesa di Santa Maria del Carmine, ecco il link alla piattaforma multimediale realizzata dai ragazzi: collegamento a piattaforma multimediale.

 

Scroll