Skip to main content

Antonella Papetti

30 anni per decidere se seguire il cuore o la mente. Dopo aver fatto esperienze diversissime tra loro che hanno composto il puzzle della mia personalità (una laurea in Economia e Management per l'arte a Milano, un lavoro come assistente di una curatrice in giro per la Lombardia, un trasferimento a Parigi per seguire un sogno antico, diversi anni in un'azienda che produce radiatori in uno dei più remoti angoli della provincia, e, non di meno, due figli a Brescia) quest'anno capito decisamente per caso a LeXGiornate. E mi sento subito a casa.
Mi si affida il compito dell' "amministrazione" per il mio percorso di studi e la mia mente quadrata, ma non riesco a rimanere fuori dalla vitalità della creazione artistica che compete ai miei colleghi, amo fondere i due aspetti perché credo fortemente che per trovare soluzioni geniali bisogna conoscere infinitamente bene la forma e i suoi limiti.
La mia vita è dividermi tra il ruolo della mamma che deve sempre correre e con un orecchio tenere controllato il telefono che "non si sa mai chiami l'asilo" e riuscire a partecipare fino in fondo a questo progetto, in cui credo enormemente e al quale spero di poter dare tanto come lui sta facendo con me.

Scroll