Skip to main content
-->

Giornale di Brescia del 17-03-2018

L’architettura incontra la musica tra modernità e patrimonio storico


Dal 25 marzo al 28 aprile “LeXGiornate per l’arte” con concerti in luoghi di particolare pregio.

Tastiere di pianoforte idealmente sovrapposte ai profili verticali del centro direzionale le Tre Torri formano l’immagine simbolica della seconda edizione de “LeXGiornate per l’arte”, in programma a Brescia del 25 marzo al 28 aprile. Un’edizione che, a detta dei promotori, non intende soffermarsi solo alla nostra storia, ma anche sul futuro. LIVE. Cinque concerti e un workshop si svolgeranno in luoghi architettonici particolarmente significativi della città: la Torre Sud del già citato centro direzionale di via Flero, la Chiesa dei Santi Cosa e Damiano, Palazzo Martinengo delle Palle in via San Martino della Battaglia, il Cortile malatestiano del Broletto, la Chieda di Santa Maria del Carmine. La parte musicale sarà affidata rispettivamente al vocale performer Boris Savoldelli in duo con il pianista improvvisatore Cyrille Lehn (domenica 25 marzo, ore 19) alla classe di canto rinascimentale e barocco del Conservatorio di Marenzio (sabato 7 aprile, ore 11) al pianista Luca Benatti (sabato 14 aprile, ore 11), ai due pianisti Alessandro Costantini e Cecilia Badini (sabato 21 aprile, ore 11) e al maestro Daniele Alberti che è anche direttore artistico dell’iniziativa (sabato 28 aprile, ore 11). Un’ora prima di ciascun concerto si terrà una presentazione del luogo in cui si svolge, di volta in volta curata dal Fai, dal Liceo Scientifico Statale Leonardo e dall’Istituto Cesare Arici. Le proposte spaziano dal periodo barocco ai classici dell’Ottocento e del Novecento, per giungere all’improvvisazione contemporanea con apporti elettronici. Ogni appuntamento è a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.


Agli eventi, a ingresso libero, si deve aggiungere un workshop su “il nuovo nei contesti storici”


STUDIO. La presentazione de “LeXGiornate per l’arte” il cui sottotitolo recita “Musica a Palazzo, diamo un suono al nostro presente”, si è svolta ieri mattina nella sede dell’Ordine degli Architetti in via San Martino della Battaglia 18, dove venerdì 13 aprile, con inizio alle 17.30, avrà luogo un workshop sul tema “Il nuovo nei contesti storici”. Al centro dell’iniziativa - come hanno spiegato il soprintendente Giuseppe Stolfi e la presidente dell’Ordine, Roberta Orio - si pone la problematica dei palinsesti architettonici, ovvero di quelle innumerevoli sedimentazioni che caratterizzano i centri delle nostre città. Il Direttore Artistico Daniele Alberti, ribadendo l’idea che LeXGiornate rappresentano “un modo diverso di vivere l’arte”, guarda con fiducia non solo alle nuove generazioni cui appartengono i musicisti invitati, ma anche all’apporto creativo della “tecnologia 4.0”. Sulla stessa lunghezza d’onda Federica Martinelli, capo della delegazione del Fai di Brescia, che per l’evento conclusivo delle Giornate di Primavera di quest’anno (25 marzo) punta, come detto, sull’architettura contemporanea.




LeXGiornate-Musica-a-Palazzo-Giornale-di-Brescia-del-17-03-2018
Scroll