Skip to main content
-->

Canti rinascimentali in Santi Cosma e Damiano - 07/04/2018

La docente, Lia Serafini, insegnante di canto rinascimentale e barocco

«Sicut Turtur» è l’appuntamento di domani mattina con LeXGiornate per l’arte.


LeXGiornate per l’arte» ci portano a riscoprire la mirabile Chiesa dei Santi Cosma e Damiano in via Fratelli Cairoli, 23. Domani, sabato 7, questo nuovo appuntamento si articolerà come di consueto in dueparti:alle10,introduzione di carattere storico- architettonico a cura del FAI, quindi alle 11concerto della classe di canto rinascimentale e barocco del Conservatorio "Luca Marenzio" di Brescia, con il coordinamento della professoressa Lia Serafini. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili; informazioni allo 030.2319307. Intitolato «Sicut turtur» («Come la tortorella»), il momento musicale propone un «Itinerario pasquale tra l’Italia e la Franciadel’600».A rappresentare il nostro Paese sarà il grande compositore cremonese Claudio Monteverdi, di cui verranno proposti «O Jesu mea vita», «O stellae coruscantes» e «Rutilante in nocte». Si tratta di tre "contrafacta" spirituali di celebri madrigali (rispettivamente «Sì ch’io vorrei morire», «Sfogava con le stelle», «Io mi son giovinetta») tratti dal Quarto Libro del 1603. Fu il letterato Aquilino Coppini a sostituire i versi italiani dei madrigali con testi latini d’argomento religioso adatti all’esecuzione in luoghi consacrati. Lo stesso Monteverdi, per quanto possiamo sapere, diedeil suo consenso all’operazione che ricevette anche l’avallo ecclesiastico da parte del cardinale Federico Borromeo. La parte francese del concerto è dedicata a compositori del tardo Barocco: Marc-Antoine Charpentier, di cui verrà eseguito lo «Stabat Mater pour des religieuses»,e il grande clavicembalista François Couperin, di cui si ascolteranno la «Troisième Leçon De Ténèbres» per la liturgia della Settimana Santa e il «Motet pour le jour de Pâques». Al «Marenzio». Dal 2017 al Conservatorio di Brescia è attivo un Dipartimento di Musica Antica che quest’anno, grazie alla presenza di Lia Serafini, si è arricchito della classe di canto. Questo è il suo primo concerto e, accanto alla docente, vi partecipano gli allievi Mariantonia Bombardieri (soprano), Marco Melzani e Alessandro Simonato (alti), Quan Zho e Stefano Venturelli (tenori), Giuseppe Leandri (basso), Nicolai Maletskov (clavicembalo).




LeXGiornate-Musica-a-Palazzo-Canti-rinascimentali-07042018
Scroll